Ho il pollice nero=fiori di campo!

Fonte immagine: wildflowers (by Suzi Marshall)

Non sarebbe meraviglioso svegliarsi la mattina e trovare di fronte a sé questo paesaggio spettacolare??

Si ovviamente ma poiché ben pochi hanno il privilegio di vivere in aperta campagna, possiamo ricreare il nostro piccolo paradiso floreale proprio sui nostri balconi, giardini e terrazzi.

 

 

Per realizzare tutto ciò basterà fornirvi di poche bustine di semi, ormai reperibili sul mercato, e dare libero sfogo alla fantasia: mescolandoli insieme o disegnando delle forme a vostro piacimento. Ricordate però che essendo per la maggior parte delle erbacee annuali tenderanno, negli anni successivi, a disseminarsi da sole, producendo un effetto di un continuo mutamento, ideale per chi ha poco tempo da dedicare all'irrigazione e manutenzione delle piante.

 

PREPARAZIONE E MANUTENZIONE

Se nel vostro giardino/vaschetta è già presente una zona più “incolta” delle altre, questa risulterà ideale per essere arricchita con fiori di campo. Vi basterà rompere la continuità del tappeto erboso con un rastrello, così da creare delle piccole infossature nel terreno dove potrete andare a posizionare i semi (2 grammi di semi per metro quadro). Ricordatevi che non sarà necessario ricoprirli con della terra. Nei primi mesi tenete l’altezza del prato mediamente bassa per permettere alle giovani piantine di svilupparsi. L’ultima falciatura dovrà essere effettuata in febbraio, così da lasciar crescere le piante per la fioritura primaverile. Una volta che queste saranno esplose in tutta la loro eccezionale bellezza, lasciate che le piante abbiano il tempo di produrre i semi per l’anno successivo: in genere questi ultimi arrivano a maturazione tra luglio e agosto.

 

QUANDO SEMINARE

 

Fino a giugno è possibile seminare per fioriture fino a settembre.

Fonte immagine: http://www.rolv.no/bilder/galleri/medplant/cent_cya.htm

 

Fiordaliso

Queste piante gradiscono particolarmente le posizioni in pieno sole Il fiordaliso non è particolarmente sensibile al freddo, però, ama particolarmente le posizioni soleggiate, dove può ricevere parecchie ore di sole al giorno, ma soffre durante le giornate più calde, se il sole è particolarmente forte. 

Fonte immagine: http://www.pianetadonna.it/foto_gallery/societa/25-novembre-giornata-contro-violenza-donne-scegliamo-rosso/papaveri-rossi-contro-la-violenza-sulle-donne.html

Papavero

I papaveri non presentano eccessive esigenze di coltivazione. Le specie per uso ornamentale sono, infatti, molto rustiche e si adattano a qualsiasi tipo di terreno, di concime e di condizione climatica. Questo facilita moltissimo le operazioni di cura e coltivazione dei papaveri. 

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/camomilla-vera-matricaria-chamomilla-58642/

 

Chamomilla

E' una pianta che ama il sole, l'aria ed il caldo viceversa non ama le correnti d'aria ed il vento eccessivo. Predilige i luoghi con inverni miti e con una buona umidità anche se non gradisce l'eccessiva umidità notturna.

 



Scrivi commento

Commenti: 0